Parrocchia S. Giuseppe dei Morenti

Nato a Cernusco il 15 novembre 1931 e ordinato sacerdote il 28 giugno 1956. Alla Festa di Santa Maria, nello scorso settembre, era tornato tra noi per festeggiare il suo 60° di ordinazione sacerdotale.

Don Pierino è nato nella corte di Sant’Andrea nel vicolo che, attualmente, collega via Roma a Piazzetta Pirola. Il papà era un abile meccanico, originario della cascina Olmo, con laboratorio in via IV novembre dove aggiustava biciclette e macchine da cucire. Dopo l’ordinazione sacerdotale, fu destinato a Solbiate Arno, in provincia di Varese, come assistente dell’oratorio. Poi fu trasferito, nel 1958, nella parrocchia milanese di San Giuseppe dei Morenti in via Palmanova dove rimase per ben 24 anni. Nel 1982 fu nominato parroco di Bregazzana, a Varese, ai piedi del Sacro Monte, e nel 1992 fu chiamato come cappellano dell’ospedale Sant’Erasmo di Legnano. Nel 1998 accettò l’incarico di collaboratore pastorale nella parrocchia di San Luca Evangelista, in zona Città Studi, dove rimase sino al 2012 quando divenne cappellano della Residenza Casa Amica di Giussano.

«La sua è una vocazione “annunciata” fin dai banchi dell’asilo! Testimone – raccontò tanti anni fa’ la sorella Lucia a Voce Amica – ne fu la sua insegnante, suor Maria Croce, che, per gioco, un giorno aveva chiesto ai bambini che cosa avrebbero fatto da grandi. La sua fu una risposta decisa e spon­tanea ed espressa in dialetto come si usava fare allora: “Mi vo’ a preet”. Da quel giorno suor Croce ebbe per lui una particolare attenzione e pregò per la sua vocazione e in semina­rio ci andò ben presto, appena con­clusa la scuola elementare. Non furono anni facili per la sua fami­glia, perché i suoi studi furono soste­nuti solo dalla mamma e dalla sorella, in quanto il papà era da poco morto in sanatorio. Crebbe letteralmente “all’ombra del campanile” guidato spiritualmente dall’assistente dell’Oratorio, don Secondo MarelIi, che fu per lui un modello di spiritualità e di disponibilità per gli altri. E fu subito per tutti: “il Don Pierino”, forse per la sua esile figura, la sua semplicità e la sua spontaneità, doti che lo fecero apprezzare ed amare da tutti.»

Don Pierino nella fedeltà al suo ministero, lungo i sessant’anni di esemplare vita sacerdotale, è stato certamente un autentico testimone del Vangelo per tutti coloro che l’hanno incontrato.

I funerali verranno celebrati sabato 31 dicembre 2016 alle ore 10 a Giussano, Parrocchia dei Santi Filippo e Giacomo – via Alberto da Giussano.

La salma verrà poi tumulata a Cernusco sul Naviglio.

Fonte: CernuscoInsieme

18 Giugno 2016: Con immenso dolore Vi annunciamo che sr. Romana Sacchetti e sr. Esperia Sulis, Adoratrici del Sangue di Cristo e missionarie in Guinea Bissau dal 1986, hanno perso la vita in un tragico incidente automobilistico sulla strada alle porte di Bula, vicino alla loro missione in Guinea Bissau. (altro…)

Carissimi amici e amiche,
vi allego una riflessione che ho scritto ieri sollecitata a commentare – su richiesta di una parrocchia di Milano – la XIV stazione della Via Crucis alla luce degli ultimi fatti avvenuti qui ad Ankara. 
Conto anche sulle vostre preghiere in comunione con me per tutti noi quaggiù, perché continuiamo a sperare… che i potenti agiscano con saggezza e per il bene della popolazione, che si convertano i cuori dei violenti… che giunga presto la vera Pace!!!
Un caro abbraccio.
Buona settimana santa in attesa della Pasqua di Resurrezione,
Mariagrazia

(altro…)

Luogo: Kanyama

Destinatari: Ragazzi in età scolare

Obiettivi generali: Favorire l’istruzione dei giovani

Contesto: La parrocchia di St. Maurice è situata nel compound di Kanyama, alla periferia ovest di Lusaka, la capitale dello Zambia. È una parrocchia giovane che sta vivendo un periodo di rapida espansione, dove operano due missionari Fidei Donum della diocesi di Milano. Nel 2009 è stata inaugurata la Community School (scuola primaria e secondaria di primo grado) che è attualmente frequentata da 800 alunni.

Interventi: Per garantire il completamento degli studi, la parrocchia sta realizzando la Secondary School (scuola secondaria di secondo grado) così da poter accedere al riconoscimento governativo che garantirebbe il pagamento degli insegnanti da parte del ministero dell’istruzione. Nel 2015 sono iniziate le prime fasi di costruzione delle aule che sono già in via di completamento, grazie all’apporto fondamentale della comunità. Ora che la struttura è quasi ultimata viene chiesto un contributo per l’arredamento dei laboratori di chimica e fisica in base agli standard richiesti dal governo.

Importo progetto: 20.000 euro

8a File0001r bandiera Turchia_reduced

8b File0002 Carta Turchia_reduced

 

Dopo aver trascorso sei anni in missione ad Antiochia, in Turchia, Mariagrazia Zambon , consacrata dell “ Ordo Virginum “ della Diocesi di Milano, nello spirito di cooperazione tra le Chiese , su esplicità richiesta del Vicario Apostolico d’ Istanbul S.E. Louis Pelatre, in osservanza delle decisioni assunte dalla Conferenza Episcopale Italiana e su diretto mandato del nostro Vescovo S.E. Dionigi Tettamanzi, dal 1 settembre 2008 ha iniziato il progetto per l’ animazione pastorale nella parrocchia di Santa Teresa di Lisieux ad Ankara nel Vicariato Apostolico di Istanbul ( Turchia ).

Il suo sforzo principale è quello di aiutare i fedeli, di tutte le età, condizioni e confessioni, a crescere nella ricerca della pienezza di vita umana e cristiana in un contesto fortemente islamico. La prospettiva è quella di far crescere una Chiesa matura nella fede.

Le difficoltà ci sono, visti i problemi vissuti in passato e nel presente in un paese prevalentemente musulmano, ma ci sono anche voglia di fare e speranze.

Tra i molti aspetti sui quali Mariagrazia lavorerà, primaria è la “formazione di fede seria e competente a bambini, giovani e adulti, in modo particolari verso le donne “.

Sono gli stessi fedeli cattolici della parrocchia di Ankara , capitale della Turchia e città con 7 milioni di abitanti, ad aver espresso da tempo il desiderio di avere una presenza femminile che sia il punto di riferimento di preghiera e di testimonianza di vita, segno efficace di Gesù Cristo e fermento di amore e riconciliazione, in grado di aiutare i cristiani locali a tornare ad essere luce, sale e lievito nella terra dove sorsero le prime comunità cristiane.

 

EFESO (Turchia)

 

L’incontro di Mariagrazia con il Santo Padre.
In tale occasione Mariagrazia guidava la comunità cristiana di Antiochia.

1 File0011r_reduced

 

ROMA

 

L’incontro di Mariagrazia con Benedetto XVI, prima d’iniziare il nuovo mandato per la missione di ANKARA.

 

2 File0002fr_reduced

 

 

GERUSALEMME

 

Inizio del 2008. Incontro di Mariagrazia con il Cardinale CarloMaria Martini, in occasione del pellegrinaggio dell’ “Ordo Virginum” della diocesi di Milano.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ANTIOCHIA

 

La speranza donata alle madri, ai bambini sani e a quelli ammalati.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

HATAY

 

Mariagrazia con i bambini del catechismo.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 

VILLAGGIO NEL SUD DELLA TURCHIA

 

Con spirito di carità in aiuto alle famiglie in difficoltà.

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

ANKARA

 

Mariagrazia con padre Patrice, parroco di S.Teresa di Lisieux e mons. Louis Pelatre, vescovo d’Istanbul.

 

7 DSCF1854 ok ff new_reduced

 

© Copyright 2019 - Parrocchia San Giuseppe dei Morenti - Powered by

 LDM Tecnologie Informatiche e SiComunica
phone-handsetmap-marker linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram